Guida per principianti al CBD

Il cannabidiolo (CBD) è uno dei principali agenti medicinali della pianta di cannabis. Ecco tutto quello che devi sapere sul CBD, come funziona e come usarlo da solo.

Cos’è il CBD?

guida cbd

CBD è l’abbreviazione di cannabidiolo, un composto che si trova nelle piante di cannabis, ma solitamente derivato dalla canapa, che, a differenza della sua cugina marijuana, contiene poco o niente THC, l’ingrediente psicoattivo. Una delle qualità più importanti del CBD è quindi la sua mancanza di psicoattività.

Quando si parla di cannabis, soprattutto negli ultimi anni, si fa una distinzione tra CBD e marijuana, per diverse ragioni:

  • Il CBD è ora legale in Francia;
  • Il CBD ti rilassa e ti dà un senso di benessere, senza lo ‘sballo’ della marijuana.
  • L’effetto del THC può durare per ore.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il cannabidiolo non dovrebbe essere considerato internazionalmente come una droga. Il Comitato di esperti dell’OMS sulla tossicodipendenza ha concluso che questo composto chimico non presenta un rischio di dipendenza o abuso. Anche se l’OMS non raccomanda ufficialmente l’olio di cannabis per scopi medici, l’organizzazione riconosce che il composto ha un effetto terapeutico sulle crisi epilettiche e condizioni correlate.

Quali tipi di prodotti CBD esistono?

Usare l’olio di CBD crudo può essere un ostacolo a causa del suo sapore, che molte persone descrivono come pastoso. Altre persone preferiscono fumare o vaporizzare l’olio, mentre è meglio dare il CBD ai vostri bambini o animali domestici in forma commestibile, come caramelle o cibo per animali.

Ci sono molti tipi di olio di CBD disponibili sul mercato, ma la più grande differenza tra loro sarebbe la velocità di assorbimento delle dosi nel flusso sanguigno. Nella maggior parte dei casi, il CBD viene fumato usando cristalli di CBD, dabs o, in casi estremi, gemme di CBD.

Altri modi per consumare l’olio di CBD sono per via orale e sublinguale, è qui che brillano gli oli e le tinture. Ci sono diversi tipi di olio di canapa CBD, ci sono quelli mescolati con olio di semi di canapa, olio d’oliva e altri oli che funzionano per proteggere la tintura CBD mentre viaggia attraverso il sistema digestivo. Senza questi oli, il cannabidiolo verrebbe digerito dagli acidi dello stomaco e non avrebbe alcun effetto.

Come interagisce il cannabidiolo con il corpo e quali sono i suoi benefici?

Gli oltre 60 cannabinoidi presenti nella pianta del genere Cannabis interagiscono con il nostro corpo attraverso una rete di neuroni chiamata sistema endocannabinoide. Il sistema endocannabinoide è presente in tutto il corpo. Ed è carica di recettori che si legano ai cannabinoidi che metti in circolo quando usi l’erba. E sono le interazioni chimiche di questi legami che creano una vasta gamma di reazioni nel tuo corpo.

Ecco una panoramica degli studi più importanti e dei risultati più promettenti sull’importanza medica del CBD:

  • Trattamento delle crisi epilettiche

Uno dei più grandi studi sul CBD mai pubblicati è uno studio innovativo sull’efficacia dell’uso del CBD come trattamento dell’epilessia.

Nel 2012, i ricercatori della British Epilepsy Association hanno pubblicato un documento intitolato “Il cannabidiolo esercita effetti anticonvulsivanti in modelli animali di lobo temporale e crisi parziali”. La loro conclusione? L’evidenza supporta fortemente il CBD come candidato terapeutico per una vasta gamma di epilessie umane.

  • Sollievo dal dolore

La cannabis medica sta diventando la migliore opzione agli antidolorifici da prescrizione come gli oppioidi. In generale, il potere antidolorifico della marijuana deriva principalmente dal suo cannabinoide psicoattivo, il THC. Tuttavia, il cannabidiolo è anche un potente antidolorifico. Nel 2015 è stato condotto lo studio più importante per scoprire gli effetti antidolorifici del CBD. In questo studio, i ricercatori hanno confrontato il cannabidiolo con la morfina. Con loro sorpresa, il CBD funziona bene in combinazione con la morfina e contrasta i rischiosi effetti collaterali di quest’ultima. Questo significa che il cannabidiolo può aiutare a trattare condizioni di dolore acuto, oltre a benefici a lungo termine.

  • Riduzione dell’infiammazione cronica e acuta

La cannabis è ampiamente riconosciuta come trattamento dell’infiammazione. Sia il THC che il CBD hanno il merito di questo, ma il cannabidiolo ha particolari proprietà antinfiammatorie.

In particolare, il cannabidiolo si lega al sistema endocannabinoide per produrre una risposta che riduce l’infiammazione dei nervi. Questa è un’altra delle sue qualità “neuroprotettive” e una delle ragioni principali per cui il CBD è un trattamento così efficace per le malattie neurologiche.

  • Aiuto, ancora da confermare, nel trattamento di alcuni disturbi mentali

Il disordine da stress post-traumatico (PTSD) è molto diffuso, soprattutto tra il personale militare, i rifugiati o le vittime di attacchi terroristici. Le donne hanno il doppio delle probabilità degli uomini di soffrirne. Trovare un trattamento economico, sicuro e affidabile per il PTSD avrebbe un profondo impatto sulla vita di milioni di persone ogni anno. A questo proposito, uno studio del 2013 ha scoperto che il cannabidiolo ha la capacità di aiutare le persone a dimenticare i ricordi traumatici.

L’olio di CBD è legale in Francia?

La legislazione francese è conservatrice per quanto riguarda l’uso e il possesso di cannabis. È strano che il nostro paese non abbia ancora un programma di cannabis medica.

L’olio di CBD non contiene abbastanza THC (la sostanza responsabile dell’effetto cerebrale o “high”) per essere psicoattivo. Pertanto, il governo francese permette l’uso e la vendita di prodotti CBD nel paese. La Mission Interministérielle de Lutte contre les Drogues et les Comportements Addictifs (MILDECA) ha specificato in un nuovo decreto del 2021 che è permesso solo se:

  • Il contenuto di THC è inferiore o uguale allo 0,2%.
  • I prodotti sono fatti da tipi approvati di piante di canapa (basso contenuto di THC).

Il 9 ottobre 2020, il ministro della sanità Véran ha annunciato un decreto che autorizza la prima sperimentazione della cannabis terapeutica. Questo studio, che coinvolge un totale di 3.000 pazienti ricoverati in un ambiente altamente controllato e ristretto, doveva iniziare a settembre 2020, ma è stato poi posticipato a gennaio 2021. L’uso di marijuana fumata è stato escluso dallo studio, a favore di oli di cannabis, capsule e vaporizzazione di gemme essiccate. Il campione della sperimentazione include solo pazienti con malattie gravi, come l’epilessia, il dolore neuropatico, gli effetti collaterali della chemioterapia o delle cure palliative e la sclerosi multipla.

Lo scopo della sperimentazione non è quello di determinare l’efficacia terapeutica della cannabis, ma di valutare la fattibilità della catena di fornitura della cannabis, cioè la prescrizione, la dispensazione, la fornitura e il monitoraggio.

Si stima che tra 300.000 e un milione di pazienti francesi potrebbero beneficiare di farmaci a base di cannabidiolo. Poiché non è possibile rilasciare loro una prescrizione medica, il governo teme che questi pazienti si rivolgano al mercato nero per acquistare il prodotto, motivo per cui è importante modificare rapidamente la legislazione.

L’olio di CBD è sicuro da usare?

L’olio di CBD offre molti benefici, ma questo non significa che non ci siano effetti collaterali, anche se, ad essere onesti, si verificano in rari casi.

Il CBD può causare :

  • Bocca secca, perché il CBD colpisce i recettori responsabili della produzione di saliva. Questo non è dannoso per la salute, ma può solo causare disagio.
  • Diminuzione della pressione o affaticamento se assunto in grandi quantità.
  • Vertigini, mal di testa e diarrea, anche se questi sono molto rari e legati alla reazione del corpo alla sostanza.
  • Sonnolenza
  • Perdita di appetito

Se usato nella giusta dose e assunto per via orale, il CBD non rappresenta un rischio per la salute. Tuttavia, è possibile che dosi eccessive possano causare danni al fegato.

Per quanto riguarda l’uso del cannabidiolo per via topica; in crema, non ci sono informazioni sufficienti per mettere in guardia sugli effetti collaterali.

Controindicazioni e precauzioni speciali

Per evitare possibili effetti collaterali, è necessario spiegare a quale tipo di pazienti questo farmaco è controindicato, così come le precauzioni speciali da prendere quando lo si usa.

È controindicato:

Nelle donne incinte. Il cannabidiolo non è sicuro durante la gravidanza o l’allattamento.

Nei bambini. Pertanto, vi consigliamo di consultare il vostro medico di famiglia per non mettere a rischio la salute del vostro bambino.

Nei pazienti con malattie del fegato che hanno bisogno di consumare dosi più basse di CBD. È della massima importanza evitare l’automedicazione. Per i pazienti con il morbo di Parkinson, l’uso di questo farmaco non è raccomandato, perché può peggiorare la malattia. È importante ricordare che mancano ancora studi clinici per garantire l’efficacia di questo farmaco in questo tipo di patologia.

Nelle persone che utilizzano integratori alimentari, alcuni farmaci a base di erbe e alcuni farmaci, in quanto può causare gravi effetti collaterali, eccessiva sonnolenza o vertigini.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest Articles